mercoledì 17 gennaio 2018

L'essenza della socialità

Ciao a tutti,
oggi con questo post partecipo alla discussione iniziata sul blog "la luna di carta" liberi di imparare (parliamo di socializzazione).
Ho scritto volutamente socialità nel titolo del mio post, anziché socializzazione, perché i due concetti non sono equivalenti e quando la gente si preoccupa per noi e ci chiede se socializziamo sono certa che il loro pensiero è in realtà:  "avete degli amici?".

Visto che l'argomento è complicato, mi farò aiutare dal professor Zingarelli.

La socializzazione è un processo di trasmissione di informazioni soprattutto culturali.  È come dire la conseguenza dello stare insieme:  si impara quello che fanno gli altri, dal loro esempio.  La vedo un po' come l'adattamento delle persone al contesto in cui si trovano.

La socialità è invece l'inclinazione alla convivenza sociale.  La capacità di stare insieme, di essere se stessi e di godere della compagnia gli uni degli altri.  A mio avviso è la condizione di partenza per poter fare delle belle cose insieme.

Capite senz'altro la differenza.  E capirete anche senza dubbio che se la socializzazione avviene automaticamente, la socialità è invece da coltivare, da incoraggiare e da proteggere, perché non basta stare nello stesso posto per lasciarsi andare e stare bene in mezzo agli altri.  Bisogna avere delle capacità interiori per saper fronteggiare le altre persone e imparare ad interagire con bontà e serenità.  Non è facile.  E non basta continuare a sbagliare per imparare, abbiamo anche senz'altro bisogno di buoni esempi.  Credo ci voglia un lavoro delicato per imparare quest'arte e quindi non possiamo lasciare al caso questa incombenza.

Per questo motivo scegliamo con cura i nostri amici, le nostre frequentazioni, e cerchiamo di parlare con i nostri figli delle nostre scelte e delle situazioni in cui ci veniamo a trovare di volta in volta.
Credo sia un importantissimo dovere dei genitori quello di proteggere i propri figli, soprattutto in questi tempi in cui la società è impazzita, viviamo una crisi di valori e si vedono in ogni dove esempi negativi che non vorremmo seguire.
Abbiamo tra le mani un tesoro:  la vita che cresce.  Facciamola crescere bene e darà i frutti del paradiso a tutta la Terra!

Foto scattata durante la gara di scioglilingua, alla seconda festa mondiale degli homeschoolers bergamaschi,
volutamente sfocata per motivi di privacy.

Alla prossima!


6 commenti:

  1. Che bella la differenza tra socialità e socializzazione!
    E' chiaro che i genitori di bambini homeschooler, hanno molta cura e attenzione anche nel curare questo importante aspetto della crescita!
    Grazie per la tua condivisione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per lo spunto di riflessione!
      Buona giornata!

      Elimina
  2. Bellissime parole Phoebe, come non condividere ciò che hai scritto.
    Un caro saluto Chiara

    RispondiElimina
  3. YES! so well said, phoebe, thank you. i would like to read this several times, to get it clear how to talk about this difference in italian.

    RispondiElimina

Se vuoi commentare a me fa piacere...